Catarsi

NUOVA PRODUZIONE 2020

Catarsi

Uno spettacolo in dialogo con gli spazi urbani e con nuove modalità di rapporto con il pubblico post-covid-19.

Un rituale di purificazione collettiva da e attraverso le emozioni. Con testi in parte originali, e in parte tratti da tre grandi della letteratura greca antica (Tucidide storico, Sofocle tragico e Aristofane commediografo), lo spettacolo si dispiega in tre episodi di circa 20 minuti ciascuno, segnati da una forte carica di evocazione ritmica, vocale, visionaria e dalla richiesta al pubblico di partecipare all’evento in prima persona, anche attraverso il movimento.

Catarsi dunque come “purificazione” dopo un momento altamente traumatico per l’intera collettività, da conquistarsi in un momento collettivo vissuto pur con i limiti della “nuova normalità”. Voci, ritmi e danza conducono gli spettatori, chiamati a essere partecipi del rito di “purificazione”, attraverso la visione della peste di Atene, con le parole precise e spietate dello storico Tucidide, e poi attraverso il mythos di Sofocle che mette in scena la pestilenza di Tebe e la colpa di Edipo, infine attarverso la scurrile verve comica di Aristofane negli “Acarnesi”, commedia scritta appena dopo la fine della pestilenza ateniese.

La catarsi da millenni opera attraverso la forma artistica del teatro, portando in scena ciò che fa paura e attraversandolo in un rito collettivo, per far acquisire nuove consapevolezze sui propri stati d’animo, sulle proprie emozioni e spingere verso nuove visioni critiche della realtà stessa.


Con: 
Michele Comite,
 Silvia Furlan
, Silvia Libardi, 
Paolo Menghini
.

Percussioni e danza: Tony Colangelo e Martina De Nisi

.

Regia e drammaturgia: Elena R. Marino
.

Testi originali e tratti da: Tucidide, Sofocle, Aristofane.

Un progetto: Teatrincorso 
in collaborazione con Live Art snc, Flamenco Miel y Limón e Collettivo Clochart
, sostenuto dal Comune di Trento, Servizio Cultura, Turismo e Politiche giovanili.

Debutto nazionale: 13 settembre 2020 presso il giardino di Palazzo Thun, via Belenzani 19 a Trento.