Cuore di pezza

…Se tu riuscirai a farla diventare buona, io non la trasformerò in bambola…

Con: Silvia Furlan, Roberta Pallaoro, Valentina Pallaoro

Testo e Regia: Elena R. Marino

Costumi e scenografia: Live Art Factory

Nuova produzione: Live Art snc (2021)

***

  • Allestimento: al chiuso e all’aperto
  • Tecnica: teatro d’attore
  • Durata: 60’
  • Adatto: dai 5 anni in su

Mettersi nei panni degli altri è una particolare abilità che ci aiuta a comprendere le persone che ci circondano, un’abilità molto utile per il nostro vivere socializzante, ma si tratta di una caratteristica che non sempre si manifesta spontaneamente…

Lo spettacolo “Cuore di pezza”, con i toni di una favola moderna che cita la televisione e il contesto attuale nel quale vivono i bambini, narra le avventure di una piccola protagonista che in una vecchia soffitta incontra una bambola di pezza e grazie a questa, oltre che all’intervento magico della Fata delle Pezze, impara a rispettare chi è più debole o diverso da lei, o semplicemente non “alla moda”, mettendosi realmente “nei panni” dell’altro.

Nel mondo nel quale viviamo, nel quale tutto a volte può sembrare “virtuale” e finto, o “solo un gioco”, può risultare difficile crescere e maturare rendendosi conto della sensibilità degli altri o delle conseguenze delle proprie azioni.

Così la piccola protagonista, una bambina non certo cattiva ma portata a trattare tutti come giocattoli e “bambole di pezza”, scopre infine, in una divertente e poetica girandola di avventure, che “anche un cuore di pezza può piangere…”.

Sinossi:

Una bambina decide di buttare via i suoi vecchi giocattoli e soprattutto la sua vecchia bambola di pezza, alla quale un tempo era molto affezionata, per poter pretendere giocattoli tutto nuovi. 

Ma la vecchia bambola di pezza si anima, grazie all’intervento di una nonna-fata, e reclama il suo cuore, che non è affatto solo di pezza…

Dinamico e divertente, lo spettacolo si snoda tra gag visive e giochi di parole, fino a coinvolgere emotivamente sul tema della creazione di legami affettivi e di rispetto con le persone e con l’ambiente…

Scheda didattica:

– Tema fondamentale dello Spettacolo è la sensibilità e il rispetto nei confronti degli altri, anche quando apparentemente sono molto diversi da noi: infatti nei rapporti marcati da mancata accoglienza, indifferenza, aggressività (anche nei casi dei comportamenti dettati dal fenomeno del bullismo o dall’insofferenza per le differenze etniche e culturali) il problema fondamentale è l’incapacità di vedere l’altro come essere dotato di propria sensibilità e dunque l’incapacità di “mettersi nei suoi panni”. 

– Il tema della bambola “con un cuore” rinforza la riflessione sulla dignità di ogni essere vivente, che non può essere, appunto, trattato come mero gioco o meccanismo privo di sensibilità. 

– Nello Spettacolo vengono utilizzati linguaggi diversi, dal teatro d’attore (parola) al teatro-danza, e il lavoro artistico si sviluppa nell’ambito di un progetto di Teatro Ragazzi che indaga e sviluppa il tema della trasformazione, nonché l’interazione creativa con gli oggetti e con ogni elemento dello spazio scenico, anche in un’ottica interdisciplinare.